concorsi in atto

Ministero dell'Interno G.U. n. 22 del 18/03/2016

80 Commissari della Polizia di Stato

-

  • Titolo di studio richiesto: Laurea
  • Termine presentazione domanda: 18/04/2016
  • Data e sede esami:
    Le prove scritte si svolgeranno nei giorni 7 e 8 settembre 2016 alle ore 8.30 presso il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria - Scuola di Formazione e Aggiornamento “Giovanni Falcone”, Via di Brava, 99 – Roma.
    La consegna dei dizionari linguistici, dei codici, delle leggi e dei decreti, di cui è ammessa la consultazione in sede di esame, nonché della documentazione relativa ai titoli in possesso dei candidati dovrà avvenire presso la suddetta sede il giorno 6 settembre 2016, dalle ore 15.00 alle ore 17.00.
    Eventuali variazioni riguardanti la sede, la data e l’ora delle citate prove scritte saranno pubblicate nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4^ serie speciale “Concorsi ed esami” del 30 agosto 2016.

Prova preselettiva:

Nel caso in cui il numero delle domande di partecipazione sia superiore a cinquanta volte il numero dei posti messi a concorso e non sia inferiore a cinquemila, verrà effettuata una prova preselettiva, volta a determinare il numero dei candidati da ammettere alle successive prove.
La prova è articolata in quesiti a risposta a scelta multipla, diretti ad accertare la conoscenza delle seguenti discipline: diritto penale, diritto processuale penale, diritto civile, diritto costituzionale e diritto amministrativo.
I quesiti concernenti le sopraindicate discipline saranno pubblicati quarantacinque giorni prima della prova preselettiva sul sito Internet della Polizia di Stato http://www.poliziadistato.it, in ragione di mille per ciascuna materia e per un totale di 5.000.
Ciascun quesito viene elaborato predisponendo un’unica domanda seguita da risposte, delle quali una sola è esatta.
I quesiti hanno un grado di difficoltà di 1, 2 e 3, in relazione alla natura della domanda che è rispettivamente facile, di difficoltà media e difficile.

Materie d’esame

Gli esami consistono in due prove scritte ed in un colloquio.

Le prove scritte, della durata massima di otto ore ciascuna, vertono sulle seguenti materie:

- diritto costituzionale congiuntamente o disgiuntamente a diritto amministrativo con eventuale riferimento alla legislazione speciale in materia di pubblica sicurezza;
- diritto penale congiuntamente o disgiuntamente a diritto processuale penale.

Il colloquio verte, oltre che sulle materie oggetto delle prove scritte, sulle seguenti:
- diritto civile; diritto del lavoro; diritto della navigazione; ordinamento dell’Amministrazione della Pubblica Sicurezza; nozioni di medicina legale; nozioni di diritto internazionale; lingua straniera prescelta dal candidato tra quelle indicate nel presente bando; informatica.
L’accertamento della conoscenza della lingua straniera consiste in una traduzione (senza l’ausilio del dizionario) di un testo ed in una conversazione. La prova orale di informatica è diretta ad accertare il possesso, da parte del candidato, di un livello sufficiente di conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse, in linea con gli standard europei.