concorsi in atto

Polizia Penitenziaria G.U. n. n. 57 del 28/07/2015

400 allievi agenti del Corpo di Polizia Penitenziaria (n. 300 del ruolo maschile e n. 100 del ruolo femminile)

-

  • Titolo di studio richiesto: Licenza media
  • Termine presentazione domanda: 27/08/2015
  • Data e sede esami:

    La prova d’esame per il concorso a 100 posti allievi agenti del ruolo femminile avrà luogo il 20 aprile 2016 alle ore 11,00, presso la Fiera di Roma, Via A.G. Eiffel (traversa Via Portuense), Padiglione n. 1, ingresso EST – ROMA, come pubblicato sulla G.U. del 15 marzo 2016.
    La prova d’esame per i 300 posti allievi agenti del ruolo maschile avrà luogo il 21 ed il 22 aprile 2016, secondo le inziali dei cognomi, presso la Fiera di Roma, Via A.G. Eiffel (traversa Via Portuense), Padiglione n. 1, ingresso EST – ROMA, come pubblicato sulla G.U. del 15 marzo 2016.

  • Link di riferimento: http://www.poliziapenitenziaria.it/public/guida%20concorso%20agente%20polizia%20penitenziaria.pdf

Posti a concorso:

Prova scritta

L’esame consiste in una prova scritta, vertente su una serie di domande a risposta sintetica o a scelta multipla, relative ad argomenti di cultura generale e a materie oggetto dei programmi della scuola dell’obbligo.

La durata della prova è stabilita dalla Commissione all’atto della predisposizione delle serie di domande da somministrare. In pratica la durata è determinata dal tipo di domande che vi saranno proposte. 

E' consentito, durante lo svolgimento delle prove scritte, consultare i codici, le leggi ed i decreti, il tutto senza note o richiami dottrinali o giurisprudenzionali, nonché i dizionari linguistici, che siano stati preventivamente presentati dai concorrenti all'atto dell'ingresso nell'aula degli esami e verificati dalla Commissione esaminatrice o dal comitato di vigilanza. 

Visita medica

I candidati che risultano idonei a proseguire, saranno chiamati a sottoporsi ad una visita medica per accertare l'idoneità psico-fisica. La data, il luogo e l'orario saranno preventivamente comunicati ai candidati non esclusi dalla Commissione. 

La prova attitudinale, proposta dalla commissione di selettori, consiste nel rispondere ad una serie di domande a risposta sintetica o a scelta multipla, collettive ed individuali, integrata da un colloquio.

Le domande a risposta sintetica o a scelta multipla sono proposte in base alle funzioni ed ai compiti propri dei ruoli e delle qualifiche per cui il soggetto si candida ed aspira. La prova attitudinale varia di volta in volta secondo un decreto del Ministro della Giustizia, su proposta del Capo Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria. 

Volumi per il concorso